giovedì 4 dicembre 2008

Grande fermento in casa, Natale, ricetta

eheheeh alla faccia mia e di quando dico che sono solo un po' emozionata, ma tanto contenta per l' incontro con Dida di sabato :-)))
Stamattina Pina ed io ( lei il braccio, io la mente ;-) ) abbiamo scelto il servito da usare, stabilito i tempi per la pulizia delle stoviglie che serviranno per addobbare il tavolo, deciso cosa preparare ( eh sì, perchè io cucino, ma lei poi deve pulire :D ).. insomma, grandi preparativi.. ed io sono proprio contenta contenta di sta cosa, forse perchè sto vivendo un' atmosfera da sabato del villaggio :-D
... e poi, cosa stranissima, mentre quando ho conosciuto Tania ero preoccupata, con Dida sono tranquilla, forse perchè conosce la mia patologia, perchè la sento amica, perchè ha comunque visto, come voi, le foto di com' ero e come son diventata.. :-)

Cambiando argomento.. ma voi la sentite l' aria di Natale? Noi abbiamo montato l' albero enorme che abbiamo comprato il II anno di matrimonio a Roma, credo che lo addobberemo stasera o domani sera.. poi vi mostrerò le foto.. quest' anno il nostro albero sarà tutto rosso, fatta eccezione per alcune sfere di vetro :-) A me il Natale piace tanto, e poi quest' anno ho proprio voglia di festeggiare con tutti i crismi! Sono anche contenta perchè, per evitare che possa prendere freddo, staremo tutti a casa mia ( in due gruppi, però, ossia il 24 sera verranno i miei, il 25 a pranzo verranno i miei suoceri.. questo perchè mia suoceretta il 24 ha come ospiti le sue 4 sorelle, due delle quali con rispettive famiglie e.. saremmo davvero troppi).. però cucinano mamma e suocera! :D A me hanno affibbiato solo gli antipasti, un po' mi spiace ma capisco che lo abbiano deciso per evitare che possa stancarmi troppo.. quindi lo prendo per quel che è, un gesto carino che mi dimostra il loro affetto :-)

Oggi a pranzo polpettone di lenticchie, buonissimo, e purea di patate.

Vi passo la ricetta del polpettone.. sostanzialmente, si lessano delle lenticchie, si frullano con il loro brodo di cottura ( bisogna stracuocerle, quindi resterà davvero poco brodo), un po' di gomasio( oppure sale e un po' di semi di sesamo tostti), prezzemolo abbondante, peperoncino se piace, pangrattato, pepe. Si forma il polpettone, arrotolandolo in carta forno per aiutarsi, e si cuoce in forno a 160° per circa mezz' ora. Una volta sfornato, si elimina la carta forno e si ripone in forno, sotto il grill, giusto il tempo di ottenere una bella crosticina dorata.

La purea di patate la faccio con latte di soia non aromatizzato, patate lessate e schiacciate, sale, pepe, prezzemolo tritato e una nocina di burro di soia.

7 commenti:

Claudia ha detto...

Weeee il polpettone di lenticchie????? che bellooo è da provare senz'altro! anche io faccio il purè con latte di soya :-) e viene buono lo stesso! Per l'aria natalizia, purtroppo non vivo un bel momento attualmente, quindi ques'tanno lo sento molto meno...

Elle ha detto...

mi dispiace Claudia.. però, se posso permettermi.. priova a fare entrare il Natale dentro di te e vedrai che lo vivrai diversamente.. ho imparato che bisogna saper gioire per ogni singolo giorno, per ogni singola, piccolissima cosa. E non per via della mia malattia eh? :-)

Claudia ha detto...

Elle, come hai ragione! mi sento pure un pò cretina ad essere venuta a scrivere del mio stato d'animo proprio da te :-(..però sai che farò? come dici tu.... Grazie per le tue parole... Un abbraccio forte forte

Elle ha detto...

ma dai Claudia :-) Guarda che i problemi che ciascuno di noi vive, son tutti importanti per chi, appunto, li vive.. ti abbraccio e.. stai tranquilla :-)

Lo ha detto...

la tua energia vitale arriva fino a qui....questo weekend faremo anche noi l'albero.....che bello sentirti così carica

Puccina ha detto...

Anche a me piace tanto il Natale... Ho già fatto da tempo il presepe:), ma devo ancora mettere le foto sul blog.. Anche per me non sarà un Natale allegrissimo perché è il primo senza la nonna e i suoi innumerevoli regali, uno più assurdo dell'altro... passavamo tutto il pomeriggio ad aprire i pacchi e a scompisciarci dalle risate... Poi il bambino, che purtroppo non ce l'ha fatta... Ma le tue parole mi danno forza, Elle. Ti auguro un Natale sereno e ricco di amore.

Elle ha detto...

@ Lo :-) un bacio, buon divertimento :-)

@ Puccina: ti capisco ( purtroppo per te e tuo marito, e per me ed il mio), ti abbraccio forte e ti dico, però: anche per i nostri piccoli angeli, dobbiamo sorridere e festeggiare :-) Un bacione forte fortissimo :-) e buon Natale, denso, caldo, pieno delle cose più importani e più vere.