domenica 8 febbraio 2009

La prima cenetta per lui



Il Sant' Uomo ed io ci siamo conosciuti di persona ( il primo contatto è stato su Internet, nel febbraio precedente al nostro primo incontro) una domenica di fine maggio nel 2001.. nessuno dei due ricorda la data ( che vergogna! ).
Quello che ricordo benissimo è che ero emozionata di conoscere quest' uomo così dolce, simpatico e sempre pronto alla battuta, anche se un po' timido.. ed avevo anche un po' di ( sano) timore, tant' è che avevo chiesto ad un' amica di telefonarmi ogni tanto..
Primo appuntamento fissato davanti ad un negozio di Salerno, città dove abitavo con i miei, in Piazza San Francesco ( avevo ritenuto inopportuno farmi venire a prendere sotto casa, visto che avrei potuto desiderare non incontrarlo ancora)
Vito, dopo le presentazioni di rito, mi ha chiesto dove mi fosse piaciuto andare per una passeggiata ed io, innamorata di napoli, ho proposto di andare lì.. Abbiamo chiacchierato tantissimo, in auto, e mi sono rilassata. Gli ho raccontato della mia vecchia storia, e lui mi ha parlato della sua trascorsa, travagliatissima relazione con una ragazza che gli aveva lasciato l'a maro in bocca.
Sinceramente, da nssuna delle due parti è scoccata la scintilla: ci siamo trovati bene, certo, ed abbiamo troato la reciproca compagnia piacevole, ma entrambi non rappresentavamo l' " ideale" dell' altro. Quindi, quando mi ha riaccompagnata a Salerno, abbiamo deciso di sentirci e vederci, da amici.
In effetti, ci siamo sentiti telefonicamente spesso, e siamo usciti insieme altrettanto di frequente( spesso in tre, veniva con noi una sua ex- amica).
Mio fratello ed io avevamo, nel frattempo, preso ad uscire insieme, e, durante quell' estate, Vittoria, carissima amica di mio fratello dai tempi del liceo, organizzava serate per gli amici sulla terrazza della sua casa di Vietri sul Mare ( SA), alle porte della Costiera Amalfitana.
Ovviamente, dopo aver chiesto a Vittoria, alla quale avevo già presentato il mio nuovo amico, ho proposto a Vito ed alla sua amica di unirsi a noi, e così quasi tutti i venerdì e sabato sera si andava tutti a Vietri.
Proprio sulla terrazza di Vittoria, Vito ha assaggiato la mia cucina: ognuno, infatti, preparava qualcosa per la cena, ed io, la prima sera, preparai il couscous che mi aveva insegnato Paola, una mia amica che insegna italiano in una scuola di Tunisi, ed anche un polpettone di ricotta, particolarmente morbido e saporito, ottenuto rielaborando una ricetta di Lydia Capasso di Cucinait.
Dopo circa un mese dal nostro primo incontro, Vito ed io ci siamo scambiati il primo bacio.. mi ricordo la scena: eravamo nel parcheggio di Pizza Sant' Agostino a Salerno, in auto c' era la sua amica, ed io e lui stavamo chiachierando, in quel momento ero un po' triste, e Vito mi ha abbracciata e dato dei baci sulla guancia, che ho ricambiato.. e poi abbiamo continuato a scambiarci bacetti, stando entrambi attentissimi a non toccare le labbra :D E poi.. poi mi ha dato un bacetto leggero e siamo stati a baciarci per un po'.. Abbiamo continuato anche sotto casa mia, quando mi ha accompagnata al portone, ma.. il giorno dopo.. mi dice " guarda che noi due non stiamo ancora insieme"
Accuso il colpo, ma da tipa tosta quale mi piace mostrarmi faccio finta di nulla e, come tutte le sere dei fine settimana, andiamo insieme da Vittoria.
Arrivati lì, io decido di non considerarlo per tutta la sera, tanto c' erano mio fratello e gli altri amici con cui poter chiacchierare.. sia lui che io ;-)
Risultato?
Qualche giorno dopo, 2 luglio 2001, lui mi chiede di fidanzarmi con lui :-)))))))))))
Ci siamo sposati esattamente 2 anni, 1 mese e un giorno dopo ;-)

Cous cous

Soffriggere in olio evo uno spicchietto d' aglio e 4 peperoncini verdi freschi ( qui si chiamano friggitelli), poi si mettono da parte. Si scalda dell' olio evo con dentro 1 cipolla divisa in quarti, peperoncino piccante, basilico, delle carote, delle melanzane, delle zucchine, dei peperoni rossi e gialli ( tutto a pezzetti), si fa rosolare un po' e si aggiungono 2 bottiglie di passata di pomodoro o 3 scatole di pelati grandi ben frullati, dei ceci lessati preventivamente e si fa cuocere il tutto per circa 30 minuti. Nel frattempo, si prepara il cous cous ( non so preparare quello " vero", uso la scatola del negozio bio) come indicato sulla confezione, poi si versa il sugo ( senza le verdure) e si condisce bene il couscous. A questo punto, si aggiungono le verdure e si rigira ancora. Si serve decorando con i peperoncini verdi fritti, il loro olio e rametti di menta.

Polpettone di ricotta ( ottenuto modificando la ricetta delle polpette di ricotta di
Lydia Capasso

Amalgamare della ricotta di pecora con pangrattato, uova, prezzemolo, abbondante basilico, parmigiano e pecorino misto, sale, pepe. Formare un polpettone, infarinarlo, arrotolarlo nella carta forno e cuocere in forno a 180° per 40 minuti. Si serve tagliato a fette, accompagnandolo con una salsina di pomodoro fresco con molto basilico

11 commenti:

Lo ha detto...

che bello leggere di voi ...e di questo incontro specialissimo vi abbraccio forte un bacio

manu e silvia ha detto...

Caspita che coraggio...hai iniziato con un piattino per niente semplice! Davvero brava!
Bè ti auguriamo che questa bellissima storia continui e si evolva nel migliore dei modi..
bacioni

Kitty's Kitchen ha detto...

Bella la storia del tuo incontro speciale. Interessante il piatto che hai descritto.
A presto
Elisa

Dida70 ha detto...

Eh eh ... mi immagino la scena in cui tu fai la tipa 'tosta' cercando di ignorarlo, ma perchè ogni tanto noi esseri umani dobbiamo complicarci la vita? meno male che il Sant'uomo è proprio Santo ed è rinsavito subito!
vi auguro amore eterno!
un abbraccio
dida

Mirtilla ha detto...

bellissima!!!

Claudia ha detto...

Che bell'inizio storia!!!!!!! complimenti!!! ah! ottimo il cous cous e il polpettone :-))))) bacioni buon lunedì cara Elle!!!!

unika ha detto...

Elle...una storia bellissima:-) un bacione
Annamaria

Elga ha detto...

Innanzitutto piacere di conoscerti e grazie per la tua partecipazione! Tra oggi e domani i dettagli:)

Marco ha detto...

evviva l'ammmmmmore!!!

Elle ha detto...

:-) grazie a tutti, devo dire che con i nostri alti e bassi, dopo un periodo molto complicatop in cui ho commesso un mare di cavolate, finalmente stiamo cavalcando l' onda giusta ;-)

piccolacuoca ha detto...

Beh, che dire..è veramente una bellissima storia..!!
Baci:-))