domenica 15 febbraio 2009

una cena in Costiera amalfitana

Disclaimer per vegetariani e vegan: questo post contiene foto di animali morti

Venerdì sera il sant' uomo ed io siamo stati invitati a cena da una coppia di amici carissimi, Salvatore ed Ada, che, dopo ben 15 ( ricordavo 13, ma mi hanno corretta) anni di matrimonio, aspettano il primo bimbo :-) Per comprenedere il legame affettivo che c'è tra noi, credo vi basterà sapere che Vito e Salvatore sono stati compagni di banco al liceo :-))
Salvatore ci ha telefonato giovedì, e mi ha chiesto di scegliere e prenotare il ristorante ( secondo loro, sono affidabilissima in tal senso! ), dandomi come indicazione " vorremmo andare in un posto dove cucinino pesce e che non sia lontanissimo, preferibilmente sul mare".
Con queste premesse, come potevo non scegliere il
ristorante San Pietro di Cetara, gestito dall' ottimo signor Franco Tammaro?

E' necessaria una premessa: quando stavo bene e lavoravo, ero ricercatrice di studi etnoantropologici presso l' Università di Salerno. Collaboravo con il Chiarissimo Professor Domenico Scafoglio, uomo di enorme cultura e grande bontà, che mi ha considerata, oltre che una collaboratrice, quasi una " nipotina", essendo la più giovane tra le sue collaboratrici... credo che Vito ed io abbiamo raccontato a Dida70 quante volte, quando eravamo fidanzati, il Professore ci abbia invitato a cena a casa sua, a Napoli, dopo una giornata di lavoro, e come mi " viziasse", ad esempio, andando a comprare i dolci da Scaturchio, nota ed ottima pasticceria partenopea. Spesso, però, andavamo al ristorante San Pietro, a
Cetara, in Costiera amalfitana, e ci siamo sempre trovati benissimo. Inoltre, il signor Tammaro, nel 2004, ha tenuto un seminario libero su " gastronomia e turismo"


Venerdì sera, alle 21, siamo arrivati al ristorante e.. è incominciata la danza, in un' armonia di sapori..
Bouillabaisse con grissino fatto in casa all' olio d' oliva

Devo dire che questo piatto mi è piaciuto moltissimo, è stato il mio preferito.
Il secondo antipasto è un classico del San Pietro, ricordo di non essere mai rimasta senza la deliziosa zuppetta di farro con olio crudo e colatura di alici di Cetara, guarnita con un pezzetto di pesce azzurro

Abbiamo continuato con il piatto misto di mare ( alici marinate, tonno sott' olio con fettina di pomodoro, provola e alici grigliate in foglia di limone- si vede solo la foglia ripiegata, nella foto- , torta rustica di bianchetti, detti " cicinelli", dalle nostre parti.).

Qusto piatto è stato accompagnato da una gustosa panzanella, fatta con biscotto di grano duro ammollato nell' acqua, strizzato e condito con olio extravergine, olive, capperi e pomodoro

La carrellata di antipasti è stata degnamente conclusa da uno squisito tortino di ceci, sormontato da " salame di tonno". Devo dire che il tortino mi è piaciuto proprio tanto!

Dopo tutte queste prelibatezze, nessuno di noi sarebbe riuscito a mangiare un primo piatto intero, e così abbiamo chiesto due risottini alla pescatora in bianco, in modo da poter dividere. Per la verità, dopo il primo assaggio, ho pensato " mannaggia, perchè solo metà porzione? :-( !"

A questo punto, nè io, nè Ada avevamo più nemmeno un posticino nello stomaco, ma i nostri maritini si son lasciati tentare da un assaggio di zuppetta di bianchetti, che hanno detto essere saporitissima.


.. se vi dico che eravamo così satolli da non riuscire a mangiare nemmeno frutta e dolce, mi credete? :-)

E' bastata, però, una passeggiatina fino al porto di Cetara per aver voglia di non concludere la serata senza un dolcetto, e così siamo saliti in auto e siamo andati a Minori , dove si trova la pasticceria De Riso .. abbiamo preso una fetta della loro mitica torta ricotta e pere , ed abbiamo acquistato dei deliziosi pasticciotti crema e amarena per la colazione di San Valentino ;-)

6 commenti:

unika ha detto...

Elle perdonami...sai quanto ti voglio bene ma...ho qualche perplessità riguardo il vostro essere pieni:-)))) le porzioni per me son troppo mini mini....sicuramente tutto era buonissimo ma...se ci divessi capitare io a questo ristorante...di tutto...minimo...dovrei ordinare doppia porzione:-))) un bacione grandissimo e buona domenica:-)
Annamaria

Elle ha detto...

:-))) ma guarda che ti capisco benissimo, Annamaria!
.. però davvero, io mi sazio anche dei profumi, dell' aspetto, dei colori.. non so come spiegarmi.. credo di essere l' esempio vivente dell' espressione " mangiare con gli occhi" :D
Un bacione anche a te, ti adoro perchèp sei sempre schietta e sincera :-)
PS. buona domenica anche te/ voi! :)

Claudia ha detto...

Io invece mi troverei perfettamente a mio agio.. dicono che mangi come un uccellino!!! :-p che buone ste pietanze però....

Carolina ha detto...

Deve essere stata una cena favolosa! Forse anch'io avrei avuto qualche problema con "l'abbondanza" delle pietanze... Ma da come spighi tu probabilmente non sarebbe stato così.
Buona serata e a presto!

Lo ha detto...

che bello leggere di tutti questi tuoi momenti felici...un bacione

Dida70 ha detto...

cena perfetta ...
intanto ho postato la mia di ieri sera ... un'occhiatina amica mia e mi dici cosa ne pensi?
bacioni e ... grazie ancora di tutto
dida