mercoledì 1 aprile 2009

Ciofeca's day- Disaster award ( da Cuoche dell' altro mondo)



Eheheheh, quando ho letto del Disaster Award organizzato da Alex e Mari, ho pensato subito " oddio, tra tutti miei spatasci culinari e non, cosa mai potrò decidere di pubblicare?"

Parlandone cl sant'uomo, mi ha suggerito l'esilarante scena a cui ha assistito, nel 2004, quando, alla prima Pasqua da sposati, decisi di fare le pastiere di grano con mia suocera e le sue sorelle.. la mamma di Vito ha 4 sorelle più grandi di lei, e sono tutte molto vivaci ed attive. Ogni anno, nel periodo delle feste natalizie e pasquali, pasticciamo tutte insieme a casa di mia suocera, perchè ha il forno a legna e, di conseguenza, dolci, tortani, casatielli, pizze rustiche e via dicendo risultano più buoni..
Senza dilungarmi troppo, vi racconto cosa ho combinato..

Premessa: uno dei migliori pasticceri di Salerno è intimo amico dei miei genitori, e, parlando con lui, mi disse che il concentrato di acqua di fior d'arancio che si usa in pasticceria è molto più profumato delle classiche boccettine che si trovano in vendita e, soprattutto, ne bastano 2 o 3 gocce per profumare un tot di pastiere.. Dopo quella chiacchierata, gli chiesi di regalarmene un pochino, per le pastiere che avrei fatto con mia suocera e sisters.. Romolo, molto gentilmente, mi ha messo in una minibottiglina (tipo quelle della minuteria di shampoo e bagnoschiuma che trovi come favors negli hotel) un po' di questo concentrato.
Tutta contenta, tornata a casa, appoggio sul piano della cucina la boccetta.
Fin qui, tutto normale.
Un paio di giorni dopo, vado da mia suocera con il mio prezioso concentrato e le dico: " usiamo questo per tutte le pastiere?"
E lei "sì, sì, mica facciamo mille impasti, tra l'altro quest'anno ne prepariamo 60, quindi sarebbe assurdo farne tanti" ( qui si usa regalare le pastiere, e poi ogni famiglia pensa di detenere la " vera" ricetta, quindi di solito ce le si scambia .-)) )
Incominciamo a preparare l'impasto e, al momento di versare il concentrato, misuro un cucchiaio di concentrato.. lo verso nell'impasto e.. incomincia a fare le bolle!!
Sìsì, avete capito bene, c'erano le bolle di sapone nell'impasto!
" Ma che succede?"
" e ma non lo so.. che cosa strana.. boh sarà la reazione.. non saprei.."
" ma è troppo strano"
" ma.. spe.. fammi odorare la boccetta.."
" sì sì eccola "
" ma.. ma.. è SAPONE!!!!!!!!!!!!!!!"

.. ovviamente, dovemmo buttar tutto nel pattume, e ricominciare da capo..
.. e, altrettanto ovviamente, dopo un primo momento di sconcerto, tutte ridemmo fino alle lacrime.. :-)))))))))))))))))))))))))))))))))

Il mistero si risolse il giorno dopo: prima di uscire da casa per andare da mia suocera, proprio un attimo prima, mi ero ricordata di non aver lavato i denti.. sono andata in bagno con la boccettina in mano, l'ho appoggiata sul muretto in ardesia che regge il lavello e, dopo aver lavato i denti, ho afferrato la boccetta.. guarda caso, ho sbagliato a prenderla e.. è successo il patatrac di cui sopra!

Questo ricordo, come da invito di Gaia, partecipa anche al suo concorso.
La colonna sonora è: Simmo 'e Napule, paisa', cantata da Massimo Ranieri

19 commenti:

Vera ha detto...

:) :) :)
Questa mi sa che sarà difficile da battere! ;-)

Elle ha detto...

ehehe, dici?
Ciao, bionda :-)

Kitty's Kitchen ha detto...

:))))
In tema di pesci d'aprile...
AHAHAH!

maricler ha detto...

Fantastica! Il sapone nella pastiera mi mancava :)))
Sono anche io della provincia di Salerno e mi hai fatto troppo ridere quando hai detto "e poi ogni famiglia è convinta di avere la ricetta migliore della pastiera".
Che a me non piace, per inciso, ma le mie zie si scatenano ogni anno. Ciao!

Elle ha detto...

@ ahahha Kitty, ma lo sai che non ci avevo pensato? :-)))) .. dovrò fare uno scherzetto al sant'uomo:D

@ Maricler, eheh, a me invece piace.. quindi, immagina che delusione :-))) Baci!

marsettina ha detto...

immagino la scena

Mirtilla ha detto...

piccolina....un baciottone ;)

carmen ha detto...

ma sei un fenomeno, il sapone nelle pastiere, sto ancora ridendo, meno male che ve ne siete accorte! immagino se le mettevate in forno!!!! un bacione

Chiara ha detto...

troppo divertente!!!!immagino lo sconforto iniziale ma è troppo divertente:)))))!!!!
baci

unika ha detto...

si...decisamente meglio ridere che piangere anche se....l'impasto per 60 pastiere prevede tanti ma tanti ingredienti...peccato...un bacio
Annamaria

Puccina ha detto...

Cara, quando vuoi passa a ritirare un premio. Un abbraccione

Chiara ha detto...

ciao Elle! ti volevo ringraziare ancora per la bella raccolta che hai ideato ma ora a quanto si legge ti aspetta un bel pò di lavoro, certo che ce ne vuole!:)))
baci!!!

polpettina ha detto...

Ellelatua storia è davvero divertentr,mi hai fatto davvero ridere.

Dida70 ha detto...

nooooooooo......!!!!!!!!!!!!
questa me l'ero persa!!!!
ma sei sicura che non ci hai fatto un pesce d'aprile??????????
hahahaha scherzo dai!!!!!!!

Lo ha detto...

ahahahh la pastiera al sapone che deliziaaaaaaaaaaaaaaaa....eheheh

Susina strega del tè ha detto...

eh eh eh!!!! mi hai fatto morire col sapone!!
^_^

sonoilsantuomo ha detto...

Mi piange ancora il cuore, sob, sigh....
Ma dico io, di tante bottigliette a disposizione, perché usare proprio una tipo bottiglietta del sapone?
Ho dovuto aspettare il doppio del tempo per mangiarmi la pastiera.... ma vi sembra giusto?

margherita ha detto...

Ma per due goccine di sapone!!!
magari venivano anche buone!!!
AHHHHHHHH
immagino la scena!!!
ma scusa hai detto 60 pastiere ....
io mi agito a farne 4
BRAVE
ciao

Elle ha detto...

@ tutte: eheheh sono felice vi abbia fatto sorridere, purtroppo ( come s'è notato dall'intervento del sant'uomo) è tutto vero.. che rabbia! Però.. è divertente ricordarlo, e poi davvero quest'incidente è rimasto negli annali della famiglia :-)))

Marghe, eran proprio 60, ovvero 10 per ogni nucleo familiare.. da tenere e da regalare ;-)