giovedì 25 giugno 2009

Il pranzo di oggi, e..






.. le scuse con voi tutti, perchè lo so.. in questo periodo non ci sono molto con la testa.. ed ho dimenticato un po' di cose, ad incominciare dal descrivervi la bontà dei biscottini che ci ha regalato, alla serata panuozzo, Dida.. e non sto nemmeno passando nei vostri blog.. o magari passo, leggo, e poi non lascio commenti.. Non è cattiveria, è che negli ultimi giorni, da domenica ad oggi, ho avuto altri pensieri.. da oggi, però, proverò a riprendere la routine giornaliera :-)

Oggi avevo voglia di coccolare il maritino con una specialità che, nelle nostre vacanze in Grecia, qualche anno fa ( due, forse, o tre), abbiamo entrambi molto apprezzato: souvlaki con tzatziki.
Premetto che non ho la ricetta originale della salsa, nè dei souvlaki, che immagino siano di agnello, ma che ho preparato con petto di pollo e con prosciutto di maiale( distinti, ossia alcuni spiedini di solo maiale ed altri di solo petto di pollo), per cui mi sono inventata la ricetta, seguendo il corso dei ricordi.. e male non è venuta, visto che il Sant'Uomo, a pranzo, ha detto: "sembra proprio quella che mangiavamo lì!"
Per la salsa tzatziki, ho usato mezzo vasetto grande di yogurt greco commerciale, dell'origano, un cetriolo fresco tagliato in brunoise (dopo aver tagliato i dadolini minutissimi, li ho messi sotto sale, ho scolato dopo 2 ore premendo nello chinoise, lavato, strizzato benissimo in un canovaccio pulito), un po' di cipolla affettata a velo, pochissimo sale, pepe e un ciuffettino di menta tritatissima.
Per i souvlaki, ho chiesto al macellaio di fare degli spiedini con carni singole, alcuni con prosciutto di maiale, altri con petto di pollo. A casa, ho preparato la marinata che uso di solito, ossia metà bicchiere d'acqua, metà bicchiere di aceto di mele, un po' d'olio evo, spezie secche miste ( stavolta, ho usato origano, timo, menta, maggiorana, prezzemolo, semini di coriandolo, semini di kummel) ed ho messo a marinare gli spiedini in frigo per tre ore e mezzo. Quando Vito è rientrato dal lavoro, ho scaldato la griglia ed ho cotto gli spiedini, spalmando con un pennellino la marinata.
Abbiamo mangiato gli spiedini accompagnandoli con la salsa e dell'insalata non condita.

5 commenti:

sonoilsantuomo ha detto...

Ciao a tutti/e.
Confermo che mi sento tornato indietro di qualche anno, a quando in Grecia spesso prendevamo il souvlaky.
In realtà, unendo i pezzetti di carne arrosto, la salsa tzatziki e l'insalata, ci siamo avvicinati molto al pytagyros (non guardate come l'ho scritto perché non lo ricordo esattamente, tuttavia il suono è proprio quello), ovvero pezzetti di kebab messi in una pyta (sorta di piadina, forse leggermente più spessa e soffice (excursus linguistico: ho notato che in genere ogni paese del medio oriente ha una sorta di focaccia simile per forma consistenza e sapore, il cui nome ha un suono simile a "pyta", a partire dall'India andando verso ovest, fino in Italia dove troviamo la "piadina" e la "pizza")), conditi con abbondante salsa tzatziki e volendo patatine fritte o insalata o pomodori o cipolle.
Buonissimo!!!

Dida70 ha detto...

...souvlaky...tatziki...pytagyros...chinoise...brunoise...ma...ma...dove sono capitata?...mi ci vuole il traduttore!!!
ciao sister...sono contenta di capire che ... va meglio;)!!!
un abbraccione
dida

Tittina ha detto...

cara Luisa un abbraccio Tittina

Tittina ha detto...

cara Luisa come stai?un bacio Tittina

Anonimo ha detto...

Felicitari pt.blog!imi place mult!dar nu am gasit GOOGLE-TRADUCERE!!CE PACHAT!AM SA COPIEZ CAlendarul de la tine!